L’Alfabeto del marketing: G come GANTT

G-come-GANTT-alfabeto-del-marketing

Nell’alfabeto del marketing, alla lettera “G”, non può mancare sicuramente il termine “GANTT”, lo strumento principe di tutti i piani di marketing.

 

Ma che cos’è il GANTT?

A dispetto del nome, il GANTT è uno strumento molto semplice sulla carta: consiste in un diagramma in cui è riportato un elenco di attività, aventi un obiettivo finale comune, con a fianco la rappresentazione della loro durata temporale tramite un grafico a barre orizzontali.

Lo strumento fu ideato nei primi del 900 dall’ingegnere statunitense Henry Laurence Gantt, il quale lo aveva elaborato per gestire i propri progetti in modo preciso ed ordinato, suddividendoli in fasi e sotto-fasi, disposte secondo un ordine logico e cronologico.

Questa invenzione fece di Henry Gantt il progenitore delle tecniche di controllo e programmazione.

Il GANTT è uno strumento di pianificazione e controllo che può essere applicato a progetti di qualsiasi tipologia e di diversa complessità. La sua utilità deriva dall’avere sotto controllo in ogni momento tutte le attività presenti all’interno di un progetto, le loro scadenze e il loro stato di avanzamento.

Non solo. Se ben costruito può anche evidenziare le possibili fasi di “stress” del progetto, mostrando le fasi temporali in cui una o più azioni chiave si sovrappongono, oppure può prevenire inefficienze indicando in quale sequenza logica devono essere gestite le diverse attività per evitare fasi di stallo o incongruenze operative.

Più attività sono contenute in esso e più un GANTT è difficile da gestire e da utilizzare.

Per questo in alcuni casi è conveniente creare diversi GANTT, uno per ogni obiettivo specifico presente all’interno del progetto globale, per poi utilizzarne uno generale per monitorare lo stato delle macro-attività.

Tuttavia, ancor prima di essere uno strumento esso è un metodo di lavoro.

Le parole chiave di questo metodo sono: analisi, pianficazione e controllo.

L’analisi preliminare è la fase che dovrebbe portare alla definizione degli obiettivi da raggiungere, grazie ai quali si sviluppano i progetti. La pianificazione è l’elaborazione del piano operativo e di tutte le attività necessarie per raggiungere gli obiettivi prefissati nel minor tempo possibile e con il miglior risultato. E’ solo in questo momento che viene creato lo strumento per la fase di controllo dell’avanzamento del piano.

Di strumenti per poter elaborare diagrammi di GANTT ne esistono a migliaia, gratuiti e non, basati su applicazioni o disponibili tramite il web. Ma tali strumenti non miglioreranno la vostra gestione dei progetti, se prima non avete ben analizzato i vostri obiettivi e pianificato le vostre azioni.

Trovi qui tutte le altre lettere dell’alfabeto!

Ti è piaciuto questo articolo? Rimani sempre aggiornato! Iscriviti alla nostra newsletter

Daniele Bazzanella

Daniele Bazzanella

Consulente marketing

In me convivono da sempre due anime: una più scientifica, che mi porta ad essere preciso e attento ai dettagli e una più artistica e creativa. Per questo ritengo che il ruolo di analyst e di consulente per il marketing operativo sia fatto su misura per me, perché fonde insieme la precisione ed il rigore dei dati, alla fase di sviluppo concreto dei progetti e delle idee. Sono una persona molto curiosa e leggo di tutto, dalle notizie del giorno ai fumetti. Sono appassionato di sport, come calcio e motociclismo, musica rock e tiramisù!
daniele.b@gabriellipartner.com